La Capannina: dal 1929 la storia di un paradiso gastronomica a Capri

Da “La Repubblica”

RISTORANTE, ENOTECA E WINE BAR. LE ATTIVITÀ DELLA FAMIGLIA DE ANGELIS FREQUENTATE DA ARTISTI E PERSONAGGI FAMOSI

 

Capri. 1929. Francesco De Angelis, Chef del Grand Hotel Quisisana, realizza il suo sogno gastronomico con l’apertura di ” Savoia”, una piccola trattoria nei pressi della famosa Piazzetta. Il locale diventa ben presto un punto di riferimento sia per gli abitanti dell’isola che per i numerosi turisti provenienti da ogni angolo del mondo, i quali vi si recano per deliziare i loro palati con le bontà di una cucina gustosa e genuina. Diversi anni dopo il locale trova la sua sede definitiva in Via Le Botteghe. Sembra la sceneggiatura di un film, di quelli che emozionano, ambientati in spazi da sogno. E invece è la storia della Famiglia De Angelis che ci viene raccontata con grande entusiasmo da Antonio, figlio di Francesco, e titolare insieme alla moglie Aurelia e ai figli Francesco e Renata delle attività gastronomiche più rinomate dell’isola di Capri: Il Ristorante La Capannina, l’enoteca La Capannina Più e La Capannina Wine bar. ” Ricordo il giorno in cui dovetti lasciare la scuola per lavorare nel ristorante di mio padre, – racconta Antonio – è stato l’inizio di una splendida avventura che ancora oggi mi riempie di gioia”. Dalle origini del progetto, il ” Ristorante La Capannina” ha seguito passo dopo passo le evoluzioni di Capri, la più sognata e celebrata delle isole. Lo scorrere del tempo ha infatti impreziosito il locale di dettagli sempre più ricercati, dall’offerta gastronomica di altissima qualità alla personalizzazione della mise en place. Location perfetta per tra- scorrere una serata tranquilla e romantica, o per festeggiare un momento speciale della vita, Il Ristorante La Capannina è un idilliaco angolo di paradiso gastronomico, una preziosa mescolanza di bellezza paesaggistica e di sapori di cucina. Sono tantissimi i personaggi famosi che hanno trovato un piacevole ristoro nelle attività della Famiglia De Angelis: da Carlo Verdone, a Christian De Sica, a Julia Roberts, Michael Douglas e Aurelio De Laurentis. ” Ricordo un meraviglioso momento della mia vita ristorativa – continua Antonio De Angelis – quando vennero a farci visita Jacqueline Kennedy e Onassis. Fu un’esperienza incredibile. In un’altra magica occasione mia figlia Renata aspettava un bambino, ed in sala Dustin Hoffman la invitò a ballare mentre Zucchero ci allietava con la sua musica. Alcune immagini di quel momento sono raccolte in un suo video musicale”. La Capannina Restaurant offre ai suoi ospiti una cucina a base di pesce in un armonioso abbinamento di sapori ispirati alla tradizione e alla modernità. Il menu è variegato, e si compone di piatti della tradizione culinaria italiana che accompagnano i commensali in un’incredibile esperienza sensoriale. Il Carpaccio di polipo con alici marinate, i classici Ravioli capresi, le Linguine al sugo di scorfano, il Calamaro ripieno con caciottine fresche e il Filetto di spigola in crosta di patate sono solo alcune delle specialità proposte a La Capannina. La ricerca di materie prime di qualità che valorizzano le peculiarità gastronomiche dell’isola costituiscono la base della proposta gastronomica creativa degli chef. Non solo piatti di mare, lo Spezzatino di pollo con purea di fave e le Scaloppine alla Capannina sono le gustose pietanze preferite da molti. Ottima inoltre è la proposta dolciaria, che si rinnova quotidianamente per sorprendere anche i palati più esigenti. Notevole poi è la carta dei vini, la più ricca di Capri che si compone di circa 400 etichette sia italiane che estere, insieme a preziosi Champagne acquistabili presso l’enoteca ” La Capannina Più” in Via Le Botteghe, 39. E per chi desidera sorseggiare un calice di vino o un cocktail delizioso allietato da musica e atmosfera incantevole, può recarsi presso ” La Capannina Wine bar” sita in Vico San Tommaso, 1. Per info: www. capanninacapri. it.

Capri Review

capri_review

Tra gli isolani che hanno scelto di seguire le orme dei genitori, continuando a gestire le aziende di famiglia nel segno della continuita’ ci sono anche Francesco e Renata De Angelis, che gia’ da molto si occupano del ristorante e dell’enoteca La Capannina Piu’, dedicandosi con passione alla ricerca di prodotti di qualita’. “Lavorare in un’azienda di famiglia in attivita’ dai primi del Novecento, e’ gratificante in quanto si trova una strada già tracciata, ma e’ anche un impegno di grande responsabilita’ sia per la tradizione da portare avanti, che per il sacrificio quotidiano. I valori che abbiamo ereditato sono la serieta’, la disponibilita’ e la cura del cliente, il tutto basato sull’educazione ricevuta, la passione e la professionalita’. Io e mia sorella siamo praticamente nati tra i tavoli del ristorante, e in casa anche con i nonni Francesco, Teresa, Renato e Flora gia’ si respirava aria di ristorazione e di commercio. Piu’ che cambiare cerchiamo di mantenerci sempre informati per poter crescere sia professionalmente sia come azienda”.

CIAO CAPRI!

james_capri

We’re back now, and ready to share some of our recent glorious getaway!

There are so many things about Capri that I find intoxicating: the pine, juniper and jasmine scented air, the dramatic landscape, the aquamarine sea, the amazing architecture, and of course, the cuisine. Ah, the cuisine! In a word, superb. A client of mine remarked not long ago that all the restaurants in Capri share the same kitchen, that is, it’s virtually impossible to have a bad meal here!

Upon arriving at the port, hotel staff is there to greet you and collect your luggage, then it’s a quick ride on the funiculore to La Piazzetta, and from here you can walk to just about anywhere. Countless super chic boutiques make Capri a shopper’s paradise and temptations do abound!

Most hotels offer stunning views of the sea and/or lush Mediterranean gardens, and I can tell you a bit of luxury pool-side and a lovely lunch is just the thing to rejuvenate the weary traveler. A pre-dinner stroll is always in order; my favorite walk is along Via Tragara, with it’s spectacular views and lush gardens. Then off to the Hotel Quisisana for drinks on their fabulous terrace and the best martinis in Capri (with equally brilliant people watching as well). Dinner at the famous La Capannina, which has attracted glamorous cliental since 1931, is always a must.

Dressed in suitable Capri-style dinner attire (though a tie is not generally required), I’m pictured here catching some of the last golden rays of the day in front of Villa Capricorna, which some may know was the lucus for some incredibly decadent Bob Hornstein parties in the 1960s. I’m sporting a Tom Ford ivory linen sateen suit, pale blue cotton herring bone weave shirt with French cuffs, royal and pale blue silk dot tie and blue and white silk pocket square, vintage pearl and pale blue sapphire cuff links, vintage Rolex watch, navy and white cotton gingham tasseled slippers by Hadleigh Bespoke, and my fragrance is Tom Ford, Neroli Portofino.

– See more at: http://www.whatisjameswearing.com/ciao-capri/#sthash.qRQuVRPk.dpuf